session_start(); if ($_COOKIE['cookie'] != 1) { $advice = "
Questo sito utilizza i cookie per le finalità indicate nella cookie policy. Proseguendo, ne acconsenti l'utilizzo. Accetto
"; }
Acrobata
Facebook Instagram Twitter Linkedin

Collaborazione con la psicologa

Valentina Formentin, psicologa e psicoterapeuta in formazione. Sono iscritta all’Albo degli Psicologi del Veneto e lavoro come libera professionista. Mi sono laureata all’Università di Padova e ora frequento il terzo anno della scuola di psicoterapia cognitivo comportamentale Humanitas di Milano.

L’approccio in questione rientra nelle terapie di terza generazione ACT, Acceptance and Commitment Therapy. Caratteristica di questo nuovo modello terapeutico è quello di favorire la costruzione di un ampio e più flessibile repertorio comportamentale. Si tratta di agire lasciandosi orientare dai propri valori. L’ACT prende il nome da uno dei suoi messaggi fondamentali, cioè quello di accettare anche le esperienze negative che fanno inevitabilmente parte della vita, scoprire i propri valori più profondi e, grazie a questi, intraprendere azioni che arricchiscono la nostra vita.

Si sa che a volte non basta apprendere dai libri (o dai siti in questo caso) per trasformare l’intenzione in azione; per questo motivo, qualunque sia l’ostacolo che vi impedisce di raggiungere il risultato, lo Psicologo è a vostra disposizione per aiutarvi a superarlo. Russ Harris uno dei maggiori esponenti dell’ACT propone una metafora per comprendere gli aspetti della relazione terapeutica.


La metafora delle due montagne:


"Sai che molte persone arrivano in terapia credendo che il terapeuta sia una sorta di essere illuminato, che ha risolto tutti i suoi problemi, e ha messo tutto a posto, ma in realtà non è così. è più come se tu stessi scalando la tua montagna là in fondo e io stessi scalando la mia montagna quaggiù. E da dove sono io, sulla mia montagna, posso vedere cose sulla tua montagna che tu non puoi vedere, come una valanga che sta per cadere, o un sentiero alternativo che puoi imboccare o che non stai utilizzando la tua piccozza in modo efficace. Ma ti prego di non credere che io abbia raggiunto la cima della mia montagna e mi sia seduto e rilassato, a prendermela con calma. Il fatto è che io sto ancora scalando, sto ancora facendo errori e sto ancora imparando da questi. E alla fine, siamo tutti uguali. Siamo tutti scalando la nostra montagna fino al giorno in cui moriremo. Ma il bello è che tu puoi migliorare sempre più nello scalare e imparare sempre più ad apprezzare il viaggio. È questo è il lavoro che faremo qui, si lavora insieme siamo una squadra!"

Facebook Instagram Twitter Linkedin

Dott.ssa Anna Formentin
Biologa Nutrizionista

Tel. 3475099078
e-mail info@percorsonutrizione.it

P.iva n° 05133120286

Dott.ssa Anna Formentin
Biologa Nutrizionista

Tel. 3475099078
e-mail info@percorsonutrizione.it

P.iva n° 05133120286

Webmaster KS